giovedì 19 giugno 2014

All about Hennè #2 - La ricetta "standard"

Qualche tempo fa vi avevo parlato genericamente dell'hennè, oggi voglio darvi qualche consiglio su come preparare un impacco di hennè per poter tingere ed approfittare dei suoi effetti benefici per i nostri capelli.


Miscele, tempi di ossidazione e posa

L'intensità del colore rilasciato dall'hennè, oltre che dal colore di partenza su cui viene applicato, può dipendere anche dalle sostanza con cui viene miscelato e dai suoi tempi di ossidazione e di posa.


Il principio colorante più importante dell'hennè, il Lawsone, favorisce il legame fra la fibra dei capelli e la tintura in ambiente leggermente acido, rendendo quindi la colorazione più veloce e duratura. Per questo motivo è generalmente consigliato preparare un impacco con sostanze acide quali limone, aceto o yougurt. La scelta fra aceto e limone, o yogurt può dipendere dal tipo di capigliatura o dal tipo di cute. In caso di cute grassa è preferibile usare limone o aceto, anche di mele; se la cute è secca o i capelli sono lunghi, secchi o ricci, è preferibile lo yogurt (direttamente prima di applicare l'hennè sui capelli), che nutre e ammorbidisce i capelli.

Una volta preparato l'impacco dovremmo lasciarlo riposare per più o meno tempo a seconda del colore che vogliamo ottenere e della temperatura ambientale. Questa fase, l'ossidazione, è importante perché permette di applicare l'hennè quando sta realmente rilasciando colore. 
Non esistono regole precise da seguire, molto dipende anche dal tipo di hennè che stiamo utilizzando e di conseguenza solo l'esperienza può farci capire quanto lasciare riposare la miscela. Generalmente, come indicato in questa tabella (relativa ad una miscela di solo hennè e limone), tanto maggiore è la temperatura a cui è sottoposto, minore sarà il tempo di ossidazione.


È un processo ossidativo simile a quello che avviene quando una mela tagliata, lasciata all'aria, diventa marrone. Allo stesso modo, una volta ossidata la miscela di hennè, cambierà colore: da verde diventerà tendente più al marrone e, se la toccate, noterete che lascerà sulla pelle un alone giallo-arancione che non se ne andrà via tanto facilmente (poiché la pelle contiene una sostanza, la cheratina, che è la stessa che troviamo nella struttura del capello). C'è da precisare comunque che l'hennè continua la sua ossidazione anche una volta applicato sui capelli, aiutato dal calore corporeo, quindi si può anche applicare subito e lasciarlo ossidare in testa.
La colorazione diventa anche più scura allungando il tempo di contatto con le molecole coloranti, quindi il tempo di posa, poiché una maggior quantità di esse riesce a legarsi alla struttura dei capelli. Il tutto però è molto soggettivo, poiché dipende molto anche dalla porosità del capello: ci sono capelli che assorbono il colore prima di altri.
Ricordiamoci comunque che le donne hanno applicato l'hennè sui loro capelli per almeno cinquemila anni, senza mai leggere delle istruzioni o controllare su internet, ma semplicemente sperimentando!

Come preparare un impacco con l'hennè

Esistono molti modi diversi di preparare un impacco di hennè. Ognuna di noi può, sperimentando, creare una ricetta unica adatta al proprio tipo di capello e alle proprie necessità. 
Generalmente l'hennè va lavorato senza utilizzare strumenti (ciotole o cucchiai) di metallo, per non alterarne l'ossidazione, soprattutto nel caso in cui non sappiamo se il nostro hennè contiene o meno del picramato. A seconda della lunghezza, oltre che della quantità e dello spessore dei nostri capelli, possiamo definire la quantità di polvere necessaria: generalmente 100 grammi possono bastare per dei capelli che arrivano  poco sopra le spalle.


È probabile che il colore dell’hennè miscelato con acqua molto calda virerà verso un colore ottone/aranciato, mentre il colore della miscela con succo di limone diventerà gradualmente più scuro, virando in un ricco, naturale, intenso color rosso.
La miscela "base" è composta, oltre che dall'hennè, anche da una sostanza acida tra quelle elencate precedentemente (limone, aceto o yougurt) a cui aggiungere, lentamente e mescolando per eliminare i grumi, dell'acqua (preferibilmente tiepida per attivarne subito l'ossidazione) fino ad ottenere un composto non troppo liquido per non farlo scolare durante la posa, ma nemmeno troppo denso per facilitarne poi l'applicazione. 
Se la vostra pelle è sensibile al limone (o se si avverte una sensazione di prurito dopo aver usato l’hennè) è meglio utilizzare del succo d’arancia, succo d’uva, o in generale del liquido meno acido del succo di limone. Aceto e vino funzionano, ma non lasciano un buon profumo sui capelli. Lo yougurt a lungo andare può causare la forfora.


La semplice acqua può tuttavia essere sostituita da un infuso a seconda del risultato che vogliamo ottenere. Il thè nero, ad esempio, aumenta la luminosità della capigliatura, la camomilla ha proprietà schiarenti e riflessanti, il karkadè o i frutti rossi sono utili per rinforzarne il rosso, e così via... Se dovessimo esagerare con la parte liquida, potremmo sempre rimediare aggiungendo altre polveri come, ad esempio, altre erbe (tintorie o meno) o del cacao (smorzeremmo così anche il rosso). Le sostanze grasse come lo yougurt o miele, uova, balsamo o latte di cocco, possono essere aggiunte alla miscela, ma è probabile che ne diminuiscano l'intensità del colore. Nel caso di aggiunta di oli, soprattutto se in abbondanza, è altamente improbabile che l'hennè colori, perché ungendo i capelli non potrà aderire bene, quindi si potrà applicare sui capelli sporchi per godere dei suoi effetti benefici senza colorarli.


Il prossimo, ed ultimo, post di guida sull'hennè riguarderà l'applicazione e il risciacquo dell'impacco preparato insieme. Alla fine di questa guida vi proporrò anche la mia ricetta personale, che utilizzo ormai da anni. Spero, come di consueto, che questa mia piccola esplorazione nel mondo dell'hennè vi possa essere utile ;)

All about Hennè #1 - Lawsonia Inermis

{Disclaimer} - {Contatti}
StellinaNelBlu

L'autrice:

StellinaNelBlu • Simona • 24 • Palermo, Italy
Sottotono: ancora da definire • Occhi: marroni • Pelle:mista (tendenzialmente grassa) • Capelli: castano mogano (ex biondo cenere) mossi, grassi, ma con punte secche e sfibrate


stellinanelblu89@gmail.com

31 commenti:

  1. Wow, grazie della tua spiegazione. Da ora in poi inizierò anch'io a farmi l'hennè *_*, seguire le tue istruzioni. Nel mio caso userò limone.

    RispondiElimina
  2. Noemi Lombardo20 giugno 2014 13:13

    Come sempre riesci sempre a spiegare perfettamente tutto, da un pò ormai uso l'hennè ed è anche grazie a te ;)

    RispondiElimina
  3. Denise Scarcelli20 giugno 2014 13:32

    Ottima spiegazione! sento sempre parlare di questo hennè e ne resto sempre affascinata, mi sa che prima o poi lo provo

    RispondiElimina
  4. La Stanza Segreta20 giugno 2014 14:11

    Cara concittadina, non sono un'amante dell'hennè (o meglio, mi piace da morire, ma per me che vado sempre di corsa è troppo complicato e le poche volte che ho provato a farlo ho fatto disastri!). Ma il tuo articolo è incredibilmente dettagliato e utile, mi hai chiarito tantissimi dubbi ... magari ci riprovo ;)

    RispondiElimina
  5. Post davvero interessante, sono stata sempre attratta dall'henne ma non avevo mai ben capito il funzionamento! Ora grazie a te è piu chiaro :)

    RispondiElimina
  6. Alessia PolverediSogni20 giugno 2014 15:04

    una guida utilissima grazie mille attendo il prossimo post e la tua ricetta personale!

    RispondiElimina
  7. Ci piacerebbe molto utilizzare l'henne ma abbiamo paura di combinare disastri, grazie per averci fornito queste spiegazioni, precise, dettagliate e complete =)

    RispondiElimina
  8. sam un tocco femminile20 giugno 2014 15:59

    Wow ottimi consigli! Li seguirò sicuramente :D

    RispondiElimina
  9. Fantastica Realtà20 giugno 2014 17:04

    Mi ha da sempre affascinato questa tecnica, ma non ho mai avuto consigli utili per poterla fare. Ci tengo tanto ai miei lunghi capelli e sperimentare mi spaventa un pò. Ma ti seguo con piacere per scoprire l'applicazione, magari mi convinci :) sei proprio brava.

    RispondiElimina
  10. patrizia notori20 giugno 2014 17:19

    i tuoi consigli sono preziosi per me che di solito non ho molta voglia di sperimentare cose nuove per paura di non ottenere risultati positivi, ma questa è la volta buona per provare!

    RispondiElimina
  11. Molto interessante questo tuo articolo, hai spiegato molto bene parecchie cose, proverò anche io a prepararla speriamo bene!

    RispondiElimina
  12. Antonietta Tonia De Luca20 giugno 2014 19:42

    mi piacciono molto i colori che ci sono,non conoscevo questo marchio ma la tua descrizione mi ha incuriosita.grazie della dritta

    RispondiElimina
  13. Sciòm D Guerr20 giugno 2014 20:41

    non ho mai pensato all'hennè per i miei capelli ma visto che ho deciso di cambiare colore, potrei seguire i tuoi consigli

    RispondiElimina
  14. Proverò anch'io ,hai dato dei ottimi consigli !

    RispondiElimina
  15. Molto utile la tua guida!!! Aspetto il prossimo post per vedere come applicarlo!!!

    RispondiElimina
  16. Da ragazza usavo anche io l'hennè, per regalare splendidi riflessi e rinforzare i capelli. ora purtroppo ne ho troppi bianchi e mi manca anche il tempo da dedicare

    RispondiElimina
  17. utilissima guida, mi piacerebbe molto usare l'henne peri miei capelli e i tuoi consigli sono davvero preziosi

    RispondiElimina
  18. Completo e ricco di spunti questo tuo articolo soddisfa moltissime delle mie curiosità in tema di hennè!

    RispondiElimina
  19. Utilissimi i tuoi consigli, non ho mai fatto l'henne ma mi piacerebbe farlo, prenderò sicuramente spunto

    RispondiElimina
  20. Ottima guida sai anche io utilizzo l'hennè ma non sapevo della giusta miscela la prossima volta seguirò attentamente il tuo tutorial.

    RispondiElimina
  21. Ottimo articolo!! Mi hai incuriosito con questi utili consigli.. mi piacerebbe provare l'henne nei miei capelli ora. :)

    RispondiElimina
  22. Mia suocera usa sempre l'hennè ma non credo che conosca tutti i tuoi consigli, gliene parlerò subito.

    RispondiElimina
  23. Non ho mai usato l'hennè, ma sicuramente è un ottimo prodotto per chi vuole usare una tinta naturale che non rovina i capelli

    RispondiElimina
  24. Carlotta del Vesco23 giugno 2014 07:47

    Non mi tingo i capelli ma ho sentito parlare di tinture all'hennè decisamente molto più naturali ed efficaci. Ottima guida, complimenti.

    RispondiElimina
  25. Mari Monellina26 giugno 2014 00:39

    Adoro l'hennè uso solo quello sui miei capelli, ma non sapevo molte delle cose che hai scritto: grazie per questa utilissima guida!

    RispondiElimina
  26. Sally Faith Queen27 giugno 2014 00:26

    Anche stavolta mi hai fatto scoprire cose che non sapevo! A questo punto aspetto con ansia i tuoi nuovi post sull'hennè :)

    RispondiElimina
  27. Non ho mai utilizzato l'henne' anche perchè avendo i capelli neri come il carbone non posso cambiare mai colore , purtroppo!

    RispondiElimina
  28. Io a dirti la verità son ex parrucchiera e quindi ho visto e provato svariate tonalità e misture di tinte. Non ho mai provato l'hennè , ormai son anche grigia seppur giovanissima, ma la tua review mi piace...da provare !!

    RispondiElimina
  29. Sabrina Balugani1 luglio 2014 14:16

    Da tempo mi ripropongo di provarci ma per pigrizia e tanta ignoranza in materia, non mi sono mai azzardata. Terrò a mente questi tuoi consigli per la prossima volta che vorrò cambiare colore

    RispondiElimina
  30. Mi piacerebbe provare, ma ho paura di combinare pasticci :( comunque, le informazioni del tuo articolo sono davvero interessanti, non si finisce mai di imparare! Grazie mille :)

    RispondiElimina
  31. molto utile , soprattutto non sapevo che aggiungendo thè nero il colore cambiasse cosi tanto ! sto facendo le prime prove con l'hennè (solo lawsonia) e molti mi hanno consigliato di aggiungere del limone.. io però vorrei un colore più rosso piuttosto che aranciato! proverò sicuramente ad aggiungere il the nero.. grazie ^_^

    RispondiElimina

Ciao! E tu cosa ne pensi?

Popular Posts

Blog Archive

Total Pageviews

Powered By Blogger · Designed By Seo Blogger Templates and developed by StellinaNelBlu